martedì 29 marzo 2011

"MARINAI, PROFETI E BALENE"

IL NUOVO ALBUM IN USCITA IL 26 APRILE
è stato registrato in riva al mare (prima Ischia, poi Creta).
"La letteratura di mare è quella che espone di più l’uomo al contatto col suo destino, un mare di carta in cui ritrovare indicazioni utili alla rotta della nostra vita", ha raccontato il cantautore, "Così è iniziato anche il nostro viaggio. Come in un romanzo a tre gambe: un vecchio pianoforte proveniente dalla mitteleuropa e il suo accordatore, Egidio Galvan, un ingegnere del suono e produttore, Taketo Gohara, e un maestro orchestratore, Stefano Nanni. Con questa piccola barchetta e questa compagnia 'picciòla', ha avuto inizio la nostra navigazione fino a Creta sotto il monte Ida, fino all’ecotrofio dei lamenti di Psarantonis, lo Zeus con la lira". Ad Ischia Capossela aveva fatto portare un pianoforte Seiler a coda lunga degli anni Trenta a ottanta metri sul livello del mare nella sagrestia della Cattedrale dell’Assunta, presso il Castello Aragonese: "Abbiamo voluto registrare il pianoforte e la voce nel Castello Aragonese perché è un luogo di ascesi, in cui sperimentare l’isolamento da altezza", ha spiegato Vinicio, "Stare tra lo stridio dei gabbiani e gli spettri del mare. Una volta chiuso il ponte levatoio alle spalle, la volta celeste ci ruota addosso attraverso le occhiate delle rovine della cattedrale aperte in alto. Ci si muove  nel cielo rimanendo fermi, come in un planetario. In sottofondo il rumore del mare, come un basso continuo". 



Di ritorno dal suo "20 YEARS SHOW" che ha toccato oltre a Londra anche Parigi, Zurigo e Colonia, Capossela annuncia il nuovo doppio di inediti "MARINAI, PROFETI E BALENE", in uscita il 26 aprile (La Cupa/Warner), a tre anni dal suo precedente lavoro "Da solo".

Vinicio Capossela partira' dal mare con il suo nuovo show fortemente caratterizzato dai temi del disco. Primo approdo sara' infatti Genova, al Teatro Carlo Felice il 27 aprile. Il viaggio proseguira' nei teatri di molte citta' italiane: il 28 aprile al Teatro Donizetti di Bergamo, il 29 aprile al Regio di Parma e il 3 maggio all Arena del Sole di Bologna. Si spostera' poi al Palais di Saint Vincent di Aosta il 6 maggio. Dopo le due esibizioni di Firenze al Teatro Verdi il 10 e l'11 maggio, Capossela suonera' il 13 maggio al Teatro Ventidio Basso di Ascoli e il 16 maggio al Teatro Regio di Torino. Seguiranno due date al Teatro degli Arcimboldi a Milano il 21 e 22 maggio e il 23 maggio sara' la volta del Teatro Ponchielli di Cremona. La prima parte della tourne'e si concludera' all'Auditorium Conciliazione di Roma il 27 maggio per poi riprendere in estate con nuovi concerti che troveranno la loro cornice naturale nei luoghi di mare e del mito.
Marinai, profeti e balene e' un opera sul fato, sul viaggio e il mare come metafora e scenografia del destino umano. Da Omero a Dante, da Melville a Conrad, e' un disco che trova ispirazione nella letteratura di tutti i tempi e in cui risuonano il mito, le voci di marinai, di profeti e balene.


Non vedo l'ora di ascoltare le canzoni...e magari assistere al concerto...l'ho già visto dal vivo ed è eccezionale, Vinicio non delude mai.

2 commenti:

Mauro ha detto...

Ma insomma... non dico Lady Gaga ma un po' di... che ne so... Tiesto?
Ok, se non piace la "trance" buttiamoci sul classico, l'Ultimo singolo dei Duran Duran? Non male, no?
L'ho pubblicato su un mio post.
Ciauuu ;-P

Eudaimonia ha detto...

a questa non ti rispondo :D