lunedì 29 dicembre 2008

Pachamama - top to top...goes back!!!




Purtroppo per Pachamama e per Matteo è terminata l'avventura alla Sydney to Hobart, dopo un giorno di esitazione per studiare il meteo prima di attraversare lo Stretto di Bass, il comandante ha deciso di ritirarsi dalla competizione.


Queste le considerazioni a caldo di Matteo: "Bella avventura! Da Eden eravamo decisi a ripartire per Hobart poi durante la notte vento forte da sud non ci faceva andare avanti. Si ritorna nuovamente indietro. Due le scelte che ci propone il comantante, fermarsi a Eden e poi andare ad Hobart o tornare a Sydney per capodanno. Io lascio la mia scelta alla moglie del comandante.


Si ritorna a Sydney con 40 nodi nel culo. Sabina ci comunica in anteprima mondiale che aspetta il terzo figlio! Manco al grande fratello tutte ste novità!"


e poi " Quello che ho capito da questa esperienza è che la barca deve essere senza dubbio sicura ma anche performante per risalire il vento e veloce per non subire le perturbazioni, come il Class 40!"
Dunque per Matteo un po di amarezza per non aver potuto raggiungere la Tasmania ma il suo pensiero va al 2012 e al sicuro e performante Este 40 con il quale sarà in grado di affrontare i venti contrari e le perturbazioni delle basse latitudini!

Forse una volta per tutte possiamo sfatare l'ideale di barca sicura!
Inizio a convincermene anche io che da neofita ero molto scettica nei confronti degli scafi plananti! Meglio resistere al maltempo o fuggirlo?!

venerdì 26 dicembre 2008

E Matteo ce l'ha fatta!




Non poteva essere altrimenti...lui se si mette in testa di fare qualcosa poi la fa sicuramente...è un pragmatico! Nonostante ci fossero poche speranze di trovare un imbarco così all'ultimo momento, girando per i pontili proponendosi come "corvo" invece che come equipaggio... (Matteo ha avuto qualche problema con la lingua...scambiando il termine "crew" con "crow") ma qualcuno sembra aver colto lo spirito e la semplicità del personaggio, l'equipaggio di Pachamama, Swiss TOP to TOP Global Climate Expedition l'ha accolto a bordo per condividere con Matteo l'ennesima avventura... (date un'occhiata al loro sito per sapere cosa combina questa famiglia svizzera! 70’000 miglia nautiche su Pachamama, 18’000 km in bicicletta, 400’000 metri di scalate alle vette più alte del mondo ) http://www.toptotop.org/globalexpedition/pachamama.php

Special guest a bordo di Pachamama

Il link al sito ufficiale della regata:
http://rolexsydneyhobart.com/yacht_details.asp?raceEntryID=12125

Buon vento a Matteo e a Pachamama

mercoledì 24 dicembre 2008

Sydney to Hobart

Tenete gli occhi aperti, Matteo Miceli è un fiume in piena! Ha preso un biglietto aereo per Sydney per presentarsi ai pontili e trovare un imbarco per la Sydney to Hobart! Forza Matteo vogliamo vederti a bordo di una delle barche che parteciperanno a una delle regate più toste al mondo! Buon vento!

Accetta il consiglio

Accetta il consiglio è un brano di Linus del 2002.
Manlio Sgalambro l'ha "coverizzato" durante il Tour dello stesso anno con Franco Battiato riadattando così il testo originale:

Vi voglio rifilare un paio di buoni consigli.
Godete del potere e della bellezza della vostra gioventù senza pensarci.
Oppure pensateci (tanto è lo stesso).
Se ci pensate troppo scompaiono subito.
Bellezza e gioventù le capirete solo una volta appassite,
Dicono i saggi. Ma non vi illudete troppo.
Tra vent'anni guarderete le vostre vecchie foto come dei santini:
le adorerete in ginocchio.
Quante possibilità avevate e che aspetto magnifico,
Non eravate per niente grassi come vi sembrava.
Niente pancie. Ma questo è il consiglio:
la pancia non esclude l'erotismo.
Guardate Socrate: pancione e grande amatore.
Non preoccupatevi del futuro,
oppure preoccupatevene, fate voi.
Fate una cosa quando siete spaventati. Cantate.
Il canto è esistenza.
Non siate crudeli oppure siatelo ma solo un pochino.
Lavatevi bene i denti! Pulite, strigliate il vostro corpo...
Non perdete tempo con l'invidia...
I Greci però l'apprezzavano
e la attribuivano anche agli Dei: tenetene conto.
Guardate con terrore la ragazza accanto:
un giorno potrebbe essere vostra moglie.
E voi ragazze guardate con orrore
quel giovanottone che siede accanto a voi:
un giorno potrebbe essere vostro marito!
Ricordate tutti i complimenti che ricevete.
Scordate gli insulti ma non tutti.
Conservate quello che vi è piaciuto di più.
Conservate le vecchie lettere d'amore. Che ridere!
Non sentitevi in colpa se non sapete cosa fare della vostra vita.
Le persone più interessanti che conosco,
a ventidue anni non sapevano che fare della propria.
Ma anche dopo.
Forse vi sposerete, forse no.
Ma se non vi sposerete non potrete divorziare: pensateci.
Godetevi il vostro corpo, usatelo in tutti i modi che desiderate.
Si, anche in quello...
Ballate!
Anche se il solo posto che avete per farlo
è il soggiorno di casa vostra.
Leggete "Così parlò Zarathustra"
ma tappategli prima la bocca.
Anche lui dà consigli. O lui o me.
Leggete ogni genere di istruzioni ma non eseguitele.
Fatelo con i medicinali: prima buttate le istruzioni,
poi i medicinali.
Cercate di conoscere bene i vostri genitori.
Non potete sapere quando se ne andranno...(finalmente!)
Datevi da fare per colmare le distranze geografiche
e gli stili di vita.
Vivete a Canicattì ma lasciatela prima che vi indurisca.
Vivete a....
ma lasciatela prima che vi rammollisca.
Siate cauti nell'accettare consigli,
e pazienti con chi li dispensa.
Accettate quest'ultimo consiglio:
non accettate mai consigli.

martedì 16 dicembre 2008

Giorno 17. 8 Luglio 2008


Clipper all'ancora nel canale di Lussino


Da Ilovik a Lussino


Lasciamo il gavitello al mattino presto navighiamo sottocosta ad ovest dell'isola di Lussino, vento non ce n'è in compenso c'è onda residua del vento di ieri, saranno 50 cm circa, molto fastidiosa...

L'intenzione è fermarsi in una qualche baia fuori del paese di Lussin piccolo ma sono tutte affollate e con risacca decidiamo di entrare in paese ma solo per una sosta alla banchina dei barconi in fondo all'insenatura per fare cambusa, carburante e acqua, e anche colazione al bar già che ci siamo!

Quando siamo in prossimità dell'ingresso del canale, all'incirca davanti all'isolotto di Murtar c'è un leggero rinforzo e rotazione del vento e una nuvola nera che non promette niente di buono è proprio sopra di noi. Il dubbio è se entrare o tenersi lontani dalla costa, diamo uno sguardo intorno e sembra che il temporale si stia spostando verso nord ovest dunque entriamo tranquillamente. Fatto ciò che dovevamo fare andiamo a metterci all'ancora nella baia di Artatore, un po movimentata, ma abbastanza ampia, ci piace questa sistemazione rispetto a stare in banchina. In serata arrivano i colpi di bora previsti dal bollettino meteo croato ma niente di preoccupante, non superano i 20 nodi, la baia è sufficientemente riparata e la nostra ancora sovradimensionata.


video

Miglia percorse 15 (Totali 311,5)

sabato 13 dicembre 2008

giovedì 4 dicembre 2008

People have the power

video
Energia pura, sublime Patti!!!
Questa esibizione è del 2008 ma 7 anni prima sempre a Torino c'ero anche io tra il pubblico!Indimenticabile!
Oltretutto era pochi giorni prima del G8 di Genova...purtroppo gli eventi di quei giorni hanno causato una forte delusione...ma voglio credere che un giorno la rivoluzione ci sarà, se ognuno di noi non perderà la speranza e la coltiverà dentro di se e aiuterà gli altri a cambiare, perchè la rivoluzione va fatta prima di tutto dentro ognuno di noi!
LA GENTE HA IL POTERE

Ero immersa nei miei sogni
di una apparenza brillante e corretta
e il mio sonno è stato interrotto
ma il mio sogno rimaneva chiaro
sotto forma di vallate luminose
dove si sente l'aria limpida
ed i miei sensi si sono riaperti
Mi svegliai (sentendo) l'urlo
che la gente ha il potere
di redimere l'opera dei pazzi
fino alla mitezza, alla pioggia della grazia
è stabilito, è la gente che guida

La gente ha il potere
La gente ha il potere
La gente ha il potere
La gente ha il potere


Gli atteggiamenti vendicativi diventano sospetti
e rannichiarsi come per ascoltare
con le braccia protese in avanti
perché la gente ha le orecchie
e i custodi e i soldati
giaciono sotto le stelle
scambiando ideali
e abbassando le braccia
per disperdere / nella polvere
per diventare / come vallate splendenti
dove l'aria pura / si percepisce
and my senses / newly opened
e i miei sensi / (sono) di nuovo aperti (al mondo)
mi sono svegliata piangendo


Dove c'erano deserti
ho visto fontane
l'acqua sgorgava come crema
e noi andavamo a spasso là assieme
e non c'era nulla di cui ridere o da criticare
e il leopardo
e l'agnello
dormivano assieme realmente abbracciati
io speravo nella mia speranza
di riuscire a ricordare quello che avevo trovato
io sognavo nei miei sogni
Dio sa cosa / una visione ancora più pura
fino a che non ho ceduto al sonno
Affido il mio sogno a te


Il potere di sognare / di dettare le regole
di lottare per cacciare dal mondo i folli
è promulgata la legge della gente
è promulgata la legge della gente

Ascolta:
Io credo che tutto quello che sogniamo
può arrivare e può farci arrivare alla nostra unione
noi possiamo rivoltare il mondo
noi possiamo dare il via alla rivoluzione sulla terra
noi abbiamo il potere
La gente ha il potere ...
Patti Smith
Wake up...people!!!

mercoledì 3 dicembre 2008

Citazioni

« Non appena gli affari pubblici cessano di essere il principale interesse dei cittadini, e questi preferiscono occuparsi del loro portafogli piuttosto che della loro persona, lo Stato è già sull'orlo del disastro »
(Jean-Jacques Rousseau 1712-1778)


« Non abbiamo bisogno di buoni politici, ma di buoni cittadini »
( Jean-Jacques Rousseau)

« L'uomo nasce libero, e ovunque è in catene »
( Jean-Jacques Rousseau, Contratto Sociale, Libro I, cap.1 "Argomento di questo primo libro")


E' sublime "Tutto ciò che può destare idee di dolore e di pericolo, ossia tutto ciò che è in un certo senso terribile o che riguarda oggetti terribili, o che agisce in modo analogo al terrore"(Edmund Burke), il sublime puo anche essere definito come "l'orrendo che affascina". La natura, nei suoi aspetti più terrificanti, come mari burrascosi, cime innevate o eruzioni vulcaniche, diventa dunque la fonte del Sublime perché "produce la più forte emozione che l'animo sia capace di sentire", un'emozione però negativa, non prodotta dalla contemplazione del fatto in sé, ma dalla consapevolezza della distanza insuperabile che separa il soggetto dall'oggetto.


« Quale particolare privilegio ha questa piccola agitazione del cervello che chiamiamo pensiero, perché debba essere presa a modello dell'intero universo? La nostra parzialità verso noi stessi ce lo pone di fronte in ogni occasione. Ma una sana filosofia dovrebbe guardarsi scrupolosamente da un'illusione così naturale »
(David Hume, Dialoghi sulla religione naturale)

"La vita umana non dura che un istante. Si dovrebbe trascorrerla a fare ciò che piace. In questo mondo fugace come un sogno, viver nell'affanno è follia. Ma non rivelerò questo segreto del mestiere ai giovani, visto come vanno le cose oggi nel mondo potrebbero fraintendermi."G.L. Ferretti (C.S.I. in concerto - " Linea Gotica" - 1996)

lunedì 1 dicembre 2008

Giorno 16. 7 Luglio 2008



Come previsto un bel vento da sud ovest sopra i 2o nodi, qui al gavitello tutto è calmo ma siamo curiosi di vedere com'è fuori il mare!Scendiamo a terra e percorriamo il sentiero che attraversa l'isola, tra ulivi, macchia mediterranea e muretti a secco.


Ecco scorgiamo il mare e tra le pecorelle una barca a vela che fila spedita di bolina, beccheggiando, verso sud.



Giungiamo alla baia di Parazine








Il bollettino meteo comunque dà vento e mare in diminuzione e in rotazione da nord, per domani sono previsti colpi di Bora in serata, l'accozzaglia di barche al gavitello non ci fa stare tranquilli quindi domani prevediamo di spostarci a Lussino ma non in paese!Il tempo comincia a farsi instabile e conviene avvicinarsi in prossimità del Quarnaro per attraversarlo al momento giusto in tutta tranquillità memori dei 4 gironi di bora forte che la scorsa estate ci hanno tenuti bloccati a Lussino.


Un gabbiano viene a farci visita!!!Sono seduta in pozzetto, mi volto e me lo trovo davanti a pochi cm dalla faccia...i suoi occhi inquietanti guardano i miei...non l'ho sentito posarsi sul pulpito di poppa!?



Ceniamo al ristorante Panino, agnello dell'isola al forno e una gran quantità di contorni e dolci che non riusciamo a mangiare tanto siamo sazi ma che il proprietario insiste nel farci portare via!
Mitico Panino!!!

Giorno 15. 6 Luglio 2008

Ieri sera l'addetto alla riscossione della quota per il gavitello ci ha consigliato di lasciare Ist, è previsto vento e mare dai quadranti meridionali e la baia è molto esposta e può diventare un inferno. Ilovik ci sembra il posto più sicuro e riparato, dunque saltiamo la sosta a Premuda, ci dobbiamo accontentare di vederla da lontano...al prossimo anno...

6.30 Partiamo presto, da qui a Ilovik ci sono 21 miglia e dato che, almeno per ora, vento non ce n'è dovremo farcela tutta a motore alla folle velocità di crociera di 3,5 nodi il che vuol dire circa 6 ore di monotona navigazione!!!Speriamo almeno che in tarda mattinata si alzi qualche termica!!!



Grujica


E' mezzogiorno, niente termiche, fa caldo....facciamo una sosta bagno/pranzo nella baia di Parazine a sud di Ilovik, il Giorgiolano parla di una spiaggia bianca "caraibica"...di sabbia fine...uhh a noi non sembra tanto "caraibica" però...bella comunque!



Ilovik versante meridionale


13.30 Siamo al gavitello...qui il Giorgiolano ha ragione, i gavitelli sono molto vicini, si rischia di toccarsi con le altre barche, fortuna che noi siamo piccini...


Scendiamo a terra per gustarci una birra fresca...


Miglia percorse 21 (Miglia totali 296,5)

Giorno 14. 5 Luglio 2008


Niente non ce la facciamo ad alzarci all'alba...raggiungiamo comunque il porticciolo dei pescatori sul versante orientale di Ist, chiaramente essendo circa le 10 del mattino i pescatori ormai si sono dileguati...niente astice!!!Oramai la mattinata è andata, metterci in navigazione nelle ore più calde non ci ispira per niente, che si fa dunque?Intanto ci prendiamo un caffè e facciamo provviste, passiamo davanti al Grill Maestro...mannaggia stasera il piatto del giorno è maialino allo spiedo...mi sa che restiamo qui un' altra notte...