lunedì 26 ottobre 2009

Boiled fish non è più nostra!!!

La nostra prima barca rimarrà sempre nel nostro cuore ed è una sensazione strana sapere che non è più nostra, ma era tempo di passare oltre, l'acquisto di una barca più adatta alle nostre crociere avrebbe compensato pienamente il vuoto, ci troviamo invece sospesi...in attesa di notizie che potrebbero cambiare significativamente la nostra vita e determinare di conseguenza il nuovo acquisto! Potremmo finalmente cominciare a lavorare più concretamente alla realizzazione del nostro sogno! I prossimi mesi saranno interminabili, incrociamo le dita!!!

mercoledì 21 ottobre 2009

Dalmazia 2009 - Giorno 27

9 Luglio 2009

Sento il vento, l'onda provocata da un peschereccio e mi sveglio, guardo l'orologio ed è tardi...si fa per dire, sono circa le 8 ma abbiamo almeno 9 ore di navigazione da affrontare e non prima di aver fatto l'uscita in dogana.

C'è un leggero Est Nord Est, una brezza di terra che ci fa avanzare anche se lentamente, andiamo a vela finchè dura.
Sono le 10.00 non siamo più sottocosta e di vento non ce n'è più, tiriamo giù le vele e ci rassegnamo a percorrere le restanti miglia (circa 30) a motore come preventivato e come al solito. Arrivo previsto per le 17.00.

Intanto notiamo un grosso temporale sulla costa, presumibilmente sopra Trieste, anche se è evidente che si muove lungo la costa mi da una sensazione poco rassicurante. Sento per telefono Marco di Nuvola mi dice che sono rientrati alla base ieri sera dopo aver preso 35 nodi di Bora dall'Istria a Monfalcone! Meno male che siamo partiti oggi, da un estremo all'altro, qui di vento non ce n'è proprio!!




11.30 Le ultime parole famose!!! Scapolata l'estremita settentrionale dell'Istria troviamo una Bora gagliarda, 15 nodi di media e raffiche fino a 25-30 (misurate con l'anemometro portatile) e onda, che arriverà poi fino a 1,5 metri. Fortunatamente ci ha colti a secco di vele, srolliamo un po il genoa per stabilizzare la barca e procediamo così un po preoccupati vista l'enorme discrepanza tra le previsioni e la situazione che abbiamo trovato, speriamo solo non aumenti.

Il vento in effetti rimane costante sui 15 nodi e rafficato ma è il mare che diventa leggermente preoccupante, le onde sono frangenti, ripide e molto ravvicinate, abbiamo una velocità media di 5,5 nodi, almeno arriveremo prima del previsto!

Indossiamo i giubbotti di salvataggio autogonfiabili e ci assicuriamo con il cordone alla barca e meno male perchè arriva un treno d'onda di altezza superiore alla media, credo almeno 2 metri, (effetto dovuto probabilmente all'onda generata da un portacontainer) la prima onda ci fa quasi intraversare e la seconda ci frange sotto e ci trascina lateralmente facendoci sbandare considerevolmente tanto da proiettare sul paiolo le borse poggiate sui divanetti. Per un attimo ho temuto che ci saremmo ribaltati...ora si che ho i capelli dritti! siamo "in mezzo" e mi chiedo se eventualmente abbiamo possibilità di chiamare i soccorsi dovesse succedere qulacosa, i cellulari non credo riescano a chiamare, il vhf portatile ha una portata molto limitata e le sole due navi avvistate procedono a velocità elevata e non sono nemmeno più visibili.

In qualche modo ci rassicura il fatto di essere già a metà strada, fra meno di 3 ore saremo a Caorle, comunque la situazione è stabile e Boiled fish se la cava bene.

Progressivamente si calma il vento e anche il mare finchè avvistiamo il campanile, apriamo tutto il genoa fino alla bocca di porto, alle 15 siamo all'ormeggio, abbiamo percorso 32 miglia in meno di 7 ore, è una discreta soddisfazione!

Nel video mancano i momenti più adrenalinici per ovvi motivi!



video

Dalmazia 2009 - Giorno 26




8 Luglio 2009

Nel primo pomeriggio, cessati i temporali e calmatosi vento e mare, finalmente lasciamo il marina di Orsera, pagando solo per metà giornata, per raggiungere la nostra base per la "traversata" fino a Caorle. C'è mare morto e lungo da Sud, residuo dei giorni precendenti e il vento è letteralmente finito. In serata siamo a Cittanova, ormeggiamo alla diga foranea, domani il meteo sembra ottimo, almeno per noi che una volta lontani dalla costa non vogliamo rischiare di avere problemi, il meteo annuncia vento debole e da direzione variabile.

Sbrighiamo le pratiche di uscita in capitaneria in modo da poter partire presto domani e facciamo scorta di Pelincovac, ben 3 bottiglie questa volta!

Ultima cena a base di pesce della vacanza al ristorante Sidro che si affaccia sul mandracchio e poi a dormire.

Lady Blues in vendita pure lei!!


Lady Blues è il meraviglioso Bavaria 32 dell'amico Roberto Minoia, anche lui è stato colto dal virus ed ha recentemente deciso di vendere la sua amata.

Tutte le informazioni e i dati tecnici li trovate sul suo blog Veleggiando.it

Shere Khan



Shere Khan è un Nicholson 33 del 1976, progetto Ron Holland, ne gestisce la vendita il nostro amico Roberto di Vela Forti emozioni che la descrive sinteticamente così:
Ho navigato a lungo su questa barca, anche in solitario. Solida, marina, affidabile, ben equipaggiata.Ho curato personalmente la riverniciatura dello scafo con sei mani di resina epossidica a protezione dell'opera viva.
Vele da crociera e da regata, motore generoso che garantisce 7 nodi di crociera con elica a 3 pale fissa (elica chiudibile da regata di rispetto).
Chiusa la sua stagione di regate, ne sono stati rivisti gli interni per una migliore vivibilità in crociera.

Prezzo: 18.500 euro

Ulteriori informazioni sul sito Vela Forti Emozioni

lunedì 12 ottobre 2009

E' tempo di cambiamenti...anche la Filibusta è in vendita!!!


Gli amici blogger Valeria e Marco hanno deciso di vendere la loro "casa" per realizzare un progetto ambizioso che gli auguro di cuore di poter realizzare presto.

La Filibusta è uno X-Yacht 382 armato a sloop, è una barca meravigliosa e se potessi la prenderei per noi, purtroppo il ricavato della vendita del nostro Boiled fish non basta!!!


e si è quasi venduta...adesso anche per noi si aprono nuovi orizzonti e molto variegati...a breve, speriamo di giungere quantomeno ad un chiarimento della situazione se non al nostro obiettivo principale per i prossimi anni...andarcene da Novara e trasferirci al mare, per vivere in barca!!!


questo è il link all'annuncio di vendita della Filibusta http://lafilibusta.blogspot.com/2009/09/piccolo-spazio-pubblicita-tempo-di.html

martedì 6 ottobre 2009

Don Chisciotte

3 canzoni...l'ultima questa...oggi mi sento così...

Prigioniero del mondo

Il mio canto libero

lunedì 5 ottobre 2009

Dalmazia 2009




La crociera estiva che anche quest'anno abbiamo raccontato attraverso Youposition.it , è stata premiata dal Giornale della Vela con un orologio Locman!


Tra i vincitori anche Mosè2, una coppia tosta, Luca ed Elena, che col loro Meteor Morbin (piccolo cabinato di soli 6 metri) , partiti da Chioggia il 6 Agosto del 2007, hanno percorso negli ultimi anni tutta la Croazia fino all'Albania dalla quale sono ripartiti questa estate per raggiungere la Grecia...chissà cosa stanno programmando per la prossima estate?

giovedì 1 ottobre 2009

Rotta a zig-zag. Incontri tra i naviganti degli oceani


Luigi Ottogalli il navigatore giramondo autore del libro Rotta a zig-zag annuncia così, tramite Facebook, la notizia dell'uscita del suo primo libro:


"Ho scritto un libro!

E questo è già da solo un evento eccezionale, ma ancora più eccezionale è che vi sia stato un Editore disposto a pubblicarlo!

Nel catalogo del Frangente è presente da pochi giorni:ROTTA A ZIG-ZAG Incontri tra i naviganti degli oceani:

Il libro è ordinabile on-line o lo si potrà trovare allo stand del Frangente al Salone di Genova.

Confesso che sono molto emozionato, era già stata una forte emozione sapere che sarebbe stato pubblicato, ma ora è una cosa reale, potrà essere letto dagli amici – che spero saranno indulgenti con me – ma anche da perfetti estranei, sicuramente più impietosi. Il contatto con un vasto pubblico, per me che non sono uno scrittore, è ora un elemento d’ansia, ma spero che le emozioni vissute da Silvia e da me, verranno, almeno in piccola parte, comprese.

Scrivo queste righe da bordo del Jonathan, a Itaparica – Salvador de Bahia"
Nell'attesa di leggere le storie e gli incontri dei naviganti degli oceani faccio a Luigi i complimenti e gli auguri!!
Tra i ricordi più belli di un viaggio ci sono gli incontri con le persone, la nascita di nuove amicizie, questo vuol dire scoprire nuovi mondi!