giovedì 30 ottobre 2008

Nattura

video

L'artista islandese Bjork in prima linea per difendere la sua terra, viva, selvaggia, pulsante, primordiale, contro le multinazionali dell'alluminio che vogliono la costruzione di ulteriori centrali elettriche ignorando le politiche di sostenibilità ambientale in nome dello sviluppo e del profitto, il risultato sarebbe quello di sconvolgere ulteriormente l'equilibrio naturale, modificando i corsi d'acqua, sfuttando siti geotermici, si andrebbe a deturpare una terra meravigliosa.

il sito per sostenere la causa è nattura.info (senza www!)

mercoledì 29 ottobre 2008

L'uomo e il mare

Homme libre, toujours tu chériras la mer!
La mer est ton miroir; tu contemples ton âme
Dans le déroulement infini de sa lame,
Et ton esprit n'est pas un gouffre moins amer.

Tu te plains à plonger au sein de ton image;
Tu l'embrasses des yeux et des bras, et ton cour
Se distrait quelques fois de sa propre rumeur
Au bruit de cette plainte indomptable et sauvage.

Vous êtes tous les deux ténébreux et discrets:
Homme, nul n'a sondé le fond de tes abîmes;
O mer, nul ne connaît tes richesses intimes,
Tant vous êtes jaloux de garder vos secrets!

Et cependant voilà des siècles innombrables
Que vous vous combattez sans pitié ni remord,
Tellement vous aimez le carnage et la mort,
O lutteurs éternels, o frères implacables!


Uomo libero, sempre amerai il mare!
perché il mare è il tuo specchio; tu contempli
nell'infinito svolgersi dell'onda
l'anima tua, e un abisso è il tuo spirito
non meno amaro. Godi nel tuffarti
in seno alla tua immagine; l'abbracci
con gli occhi e con le braccia, e a volte il cuore
si distrae dal suo suono al rumore di questo
selvaggio ed indomabile lamento.
Discreti e tenebrosi ambedue siete:
uomo, nessuno ha mai sondato il fondo
dei tuoi abissi; nessuno ha conosciuto,
mare, le tue più intime ricchezze,
tanto gelosi siete d'ogni vostro
segreto. Ma da secoli infiniti
senza rimorso né pietà lottate
fra voi, talmente grande è il vostro amore
per la strage e la morte, o lottatori
eterni, o implacabili fratelli!


Charles Baudelaire

domenica 26 ottobre 2008

Boiled Fish in vendita - Venduta



-VENDUTA-

Boiled fish è il nostro Comet 700, dove ci ha accompagnati nelle ultime due estati e le emozioni che ci ha regalato ve le raccontiamo nel blog...è la nostra prima barca, è stato il nostro "banco di prova", ora vorremmo passare a una barca più adatta alle nostre esigenze...

Questi i dati:

1982 tuga alzabile che consente un'ottima abitabilità del quadrato garantendo la posizione eretta anche a persone di 1,90m di altezza.
L.f.t m 7,05, baglio m 2,45, dislocamento 1,090 T, pescaggio va dai 75 cm ai 65 cm grazie alla deriva basculante che la rende particolarmente adatta per la navigazione in laguna o in luoghi con fondale ridotto, inoltre tutte queste caratteristiche fanno si che sia carrellabile.


interni in legno, ottima tappezzeria, gas 2 fuochi inox basculante,
lavandino, serbatoio acqua 50 l, cabina di prua separata, 5 posti letto, wc chimico
predisposizione impianto frigo

impianto 12v e 220v, presa corrente esterna




Lo scafo: è in ottime condizioni è stato fatto 3 anni fa un trattamento preventivo antiosmosi.

Vele:Ci sono 2 giochi di vele, uno è in dacron, il fiocco è nuovo praticamente mai usato, uno spi e relativa attrezzatura.
Un altro gioco di vele in maxxpen (vedi genoa nella foto):una randa con garrocci non inferita nel boma e un genoa del 2006 nuove e in ottimo stato.
La superfice velica è 27,80 mq: randa 10.6 mq il genoa 17.2 mq spi 41.3 mq l'albero è maggiorato, la comar dava questa possibilità per avere più superfice velica e poter sfruttare meglio venti leggeri. Rolla fiocco wonderfurl nemo.

Il motore: è un fuoribordo Johnson Evinrude 5.5 cavalli dell'85, ha un'elica da spinta, è dotato di serbatoio esterno da 30 l.

Dotazioni di sicurezza:
fuochi a mano razzi e boetta fumogena (dotazioni entro 12 miglia)
4 giubbotti salvataggio 100 N nuovi
anulare e boetta luminosa
atollo autogonfiabile arimar nuovo

Strumentazione e accessori :
Lettore cd\mp3 e impianto
Pannello solare 55 W 2009
Batteria 100 Ah al gel aprile 2009
Caricabatterie elettronico
Presa esterna corrente 220 V
Vhf portatile
Autopilota st 2000 Raymarine
Bussola
Ecoscandaglio fishfinder eagle cuda
Tender, tendalino, passerella, tavolo in pozzetto e luci in pozzetto,
Luci di navigazione
Scotte e drizze nuove 2009
Ancora Cqr + ancora di rispetto Force (tipo bruce) entrambe con linea di ormeggio cima/catena




Pronta a navigare
Visibile a Caorle darsena dell'orologio

13000 euro trattabili

Valutiamo anche permuta con barca sui 9 m.

Posto barca pagato fino a fine dicembre 2009


Contatti

Tel.392 1842041 Sonia
Tel. 392 0546301 Giorgio
Email crazy_wrabbit@yahoo.it

Articoli sul Comet 700
http://www2.solovela.net/immagini/pdf/05/F_SV58_Comet700.pdf

http://www.finot.com/bateaux/ancienbt/comet/comet700/marecadre.htm

giovedì 23 ottobre 2008

Per fare le cose per bene

Aggiungo le carte a 500hpa

















giovedì 16 ottobre 2008

Analisi meteo di Fabio Tamburi

Il giorno 12 il Jet stream -grazie all'HP azzorriano- si getta parzialmente in direzione della penisola iberica, questo genera condizioni di instabilità sulle baleari e successivamente nei pressi del golfo ligure dove nelle ore successive -come sempre in questi casi- si forma la solita Genoa Low,la quale nei giorni successivi scivola dapprima sulle regioni centro-meridionali italiane per poi colmarsi sui balcani dopo aver scaricato un po di pioggia al nord e regioni tirreniche.Purtroppo questi archivi non mettono a disposizione le carte dei venti, ma guardando la carta dei geopotenziali e della situazione barica si capisce che nella zona in questione si è avuta dapprima una prevalenza di S/SW dovuto all'ingresso del fronte, per poi ruotare da N quando ormai si è formata la LP ligure.Il giorno 15 una piccola area caratterizzata da bassi geopotenziali trasla verso est generando un po di instabilità sulle baleari.Man mano che la Lp si allontanava diminuiva anche l'intensità del vento anche se c'e da dire che questo non è mai stato fortissimo, le isobare sono piuttosto ampie ma in generale l'episodio è stato di breve durata,sarebbe stato diverso se il Jet Stream avrebbe causato un cut-off, cut-off che in generale sulle baleari causa dei bei casini.Quello che ho scritto riguardo alla ventilazione di quei giorni puoi controllarlo in questi link che riporto di seguito e che ti saranno molto utili per comprendere piu facilmente la situazione descritta.
12 Luglio Maiorca http://img34.picoodle.com/img/img34/3/10/15/f_maiorcam_39f2369.gif
13 Luglio Maiorca http://img27.picoodle.com/img/img27/3/10/15/f_13m_ac40c6e.gif
14 Luglio Maiorca http://img02.picoodle.com/img/img02/3/10/15/f_14m_e6efdfc.gif
15 Luglio Maiorca http://img01.picoodle.com/img/img01/3/10/15/f_15m_7a9ef28.gif
16 Luglio Sardegna (Alghero
http://img33.picoodle.com/img/img33/3/10/15/f_16algherom_0705bca.gif

I grafici sono presi da www.wunderground.com

Grazie a Fabio per il suo aiuto.

martedì 14 ottobre 2008

Meteo durante il trasferimento

Per capire meglio cosa è successo, sono andata a cercarmi le carte sinottiche dei giorni del trasferimento, il solo sito che ha un archivio è Wetterzentrale e io di tedesco non ne capisco na mazza dunque ho faticato un po ma alla fine le ho trovate.
Faccio un tentativo di analisi, la meteorologia è solo un hobby, invito tutti a fare obiezioni e correzioni. La zona di navigazione è da Valencia all'Argentario la rotta seguita passa per Palma di Maiorca, Mahon (sud Baleari), Asinara, Bocche di Bonifacio.


12/09/2008
Questa la previsione valida fino alle 00.00 utc del 12/07. Un fronte freddo si muove verso est...

13/09/2008 Passaggio del fronte freddo sulle Baleari, questo spiega i 30 nodi e il mare formato della prima notte.

14/09/2008 Area di instabilità tra la Francia, la Corsica e la Sardegna, noi siamo in porto a Maiorca.

15/09/2008 Area di instabilità sulle Baleari?Noi navighiamo tra Maiorca e Minorca, nella notte siamo ad est di Minorca, da adesso inizia la traversata verso la Sardegna.

16/09/2008 Due belle basse pressioni, ancora un'area di instabilità suppongo, navigavamo tra le Baleari e la sardegna con rotta sull'Asinara.

17/09/2008 Finalmente l'alta pressione, un po di tregua!

18/09/2008

Chi fosse in grado di fare un'analisi più dettagliata si faccia avanti. Grazie.



giovedì 9 ottobre 2008

L'acqua la insegna la sete






Water, is taught by thirst.
Land - by the oceans passed.
Transport - by throe -
Peace - by it's battles told -
Love, by memorial mold -
Birds, by the snow.

L'acqua, è insegnata dalla sete.
La terra - dagli oceani traversati.
Il trasporto - dallo spasimo -
La pace - dai suoi racconti di battaglie -
L'amore, dalla memoria di un ritratto -
Gli uccelli, dalla neve.


Emily Dickinson



A mio nonno

sabato 4 ottobre 2008

Video

Ecco le ultime ore del trasferimento, quelle delle riprese acrobatiche di Roberto, della felicità per aver portato a termine il nostro incarico e della malinconia per un viaggio che volge al termine...con tanto di flash back(la veleggiata alla partenza, il delfino che gioca con la prua, l'ingresso a Port Mahon, il primo tramonto e la prima luna)!Buona visione!!!


video

venerdì 3 ottobre 2008

Giorno 11 - 2 Luglio 2008

Giornata a terra su Sestrunj




Questa giornata la dedichiamo al riordino della barca, dopo 10 giorni di crociera c'è necessità di ridare un posto ad ogni cosa e poi c'è da ripiegare per bene le vele in maxxpen, ma prima faremo un'esplorazione dell'isola. Così di prima mattina ci inerpichiamo su per la strada che sale per 2 km fino al paese. Il sole picchia forte e le cicale fanno una caciara assordante, ci sono molti ulivi e tra un ramo e l'altro grosse ragnatele con altrettanto grossi ragni. Incontriamo una vecchietta e facciamo un tratto di strada insieme, indaghiamo un po sulla vita dell'isola: l'attività principale è la produzione di olio che la signora sostiene essere il migliore al mondo! In inverno l'isola conta 20 abitanti e d'estate circa 100, principalmente anziani residenti a Zara. Il paese è silenzioso e ordinato, incontriamo solo 4 o 5 anziani che chiamati dalle campane si recano alla messa, il prete sul sagrato ci guarda e ci sorride, forse pensa che assisteremo alla celebrazione ma noi tiriamo dritti, figurarsi due atei convinti come noi...entrano in chiesa solo per ammirare opere d'arte!!! Arrivati dunque al punto più alto dell'isola e dato uno sguardo sul versante orientale riscendiamo giù per la strada fatta all'andata.








Giunti al porticciolo il nostro ospite ci chiama per regalarci qualche "pescetto" che hanno pescato davanti casa, noi ringraziamo con una bottiglia di vino e facciamo i complimenti per la performance canora della sera precedente.
Ci è voluto più tempo a pulirli e a mangiarli, essendo molto piccoli ma non abbastanza da poter mangiare anche le lische, che a cuocerli...ma così lessi con olio e limone sono una delizia.
Il pomeriggio lo dedichiamo come previsto al riordino e pulizia della barca.



Nel frattempo assistiamo al carico di alcune macchine da rottamare, il paese è pieno di vecchie yugo nei garage e vicino le case, su un carrattrezzi che non soddisfatto del suo carico di ben 3 autovetture tenta in tutti i modi di farcene stare ancora una...sarà un'ardua impresa, assistiamo divertiti perchè ad un certo punto, a forza di sollevare e spostare ,la carcassa dell'automobile appesa a mezz'aria picchia abbastanza violentemente contro la cabina del camion...per fortuna senza arrecare nessun danno!








Ceniamo e poi pianifichiamo la giornata di domani, scarichiamo il meteo, sia croato che italiano, dal cellulare e decidiamo di far rotta su Molat. Certo siamo decisamente in anticipo, il nostro rientro a Caorle è previsto per il 18 o al massimo il 20 luglio ma contiamo di essere a Unije o altra località in zona entro il 12 in modo da avere abbastanza tempo per traversare il Quarnaro in caso dovessimo venire bloccati da Bora o Scirocco, dunque tanto meglio continuare a risalire verso nord e godersi un po le isole di Ist, Molat, Premuda, Silba, Olib e Ilovik, e ancora le baie di Lussino.