mercoledì 15 luglio 2009

Dalmazia 2009 - Giorni 4 e 5

16 Giugno 2009 - 17 Giugno 2009


Scopriamo una perdita del serbatoio dell'acqua, la tanica è praticamente vuota!Almeno 30 lt di acqua in sentina...mezza giornata persa a svuotare la barca, tirare su l'acqua e far asciugare ciò che si è bagnato! Il bollettino da pure Bora forte per stanotte, ormai non facciamo in tempo a traversare il Quarnaro e raggiungere un posto riparato da Bora, e poi quì il fondo è fangoso e con la nostra cqr di 7,5 kg siamo in una botte di ferro! (Queste saranno le ultime parole famose!Scopriremo solo dopo che in questa baia la Bora entra violentemente! )

In mattinata un Contest 33 dà l'ancora troppo vicino a noi, loro però sono convinti che ci sia la distanza di sicurezza, non insistiamo...

Verso l'1 e mezza della notte inizia a venire giù vento intorno ai 20 nodi e nel giro di un paio di ore si scatena il panico: una barca tra i 45 e i 50 piedi vaga per la baia con il motore al minimo e l'ancora calata, speda 4 o 5 ancore e si avvicina rapidamente a noi e ai nostri vicini che vengono investiti in pieno e trascinati addosso a noi che ci ritroviamo con un 45/50 piedi incastrato sotto la delfiniera a prua e il Contest che ci urta con la plancetta di poppa sulla murata sinistra. Tutti urliamo come pazzi, tranne l'equipaggio di tedeschi del charter (così pare)che stanno fermi in pozzetto inebetiti, mentre Giorgio cerca di disincastrarlo spingendolo via con tutta la forza che ha, io guardo terrorizzata la scena e cerco di spingere via il Contest che per fortuna aveva il tender a poppa che ha fatto da parabordo attutendo il colpo!!!Cazzo se ci spedano l'ancora per noi sono guai seri!

Poi in un attimo le due barche sono schizzate via, la barca più grande ha finalmente dato motore e si è trascinata dietro anche il Contest, un attimo per realizzare che la nostra ancora ha tenuto e poi tiriamo giù anche l'ancora di rispetto, una Force (tipo Bruce) da 7,5 kg con 10 metri di catena "appennellata" alla linea d'ormeggio principale. Riprendiamo fiato e nel frattempo le due barche si sono liberate, il Contest sembra avere problemi a rifare l'ancoraggio e dopo poco esce dalla baia, anche l'altra barca ci sembra di averla vista uscire...diamo un'occhiata alla murata e per fortuna non sembra ci siano danni seri. Se ci avessero spedato l'ancora per noi sarebbero stati problemi seri, con la costa a pochi metri, un motore fuoribordo da 5 cavalli e il bollettino che annuncia colpi di vento a 40 nodi!!!

Rimaniamo un po a controllare la situazione, ci sono almeno 4 barche che navigano in baia, una specie di aliscafo naviga davanti a noi avvicinandosi sempre più, finchè sollecitato dal nostro segnalatore acustico si decide a spostarsi dall'altra parte della baia e a dare l'ancora...ci mancava di essere investiti di nuovo!



Ora è tutto sotto controllo e Giorgio scende a riposare mentre io rimango in pozzetto. Dopo qualche ora, passata la paura, la situazione appare come un sublime spettacolo della natura! Intorno alle 4.30 del mattino comincia ad albeggiare, le raffiche sono già da qualche ora a 40 nodi e si sta alzando anche una discreta onda, i gabbiani volano come impazziti e si mettono in stallo controvento sopra di noi.




Nel primo pomeriggio cessa il vento di colpo, il cielo è coperto e inizia a piovere, è finita e Boiled fish non si è spostata di un millimetro dal punto in cui avevamo dato l'ancora!

Appena smesso di piovere scendiamo a terra per una doccia e per mangiare qualcosa in tranquillità prima di prendere un taxi per Pola e andare a denunciare l'accaduto in capitaneria, il danno anche se minimo c'è e poi ci piacerebbe sapere che fine hanno fatto le altre due barche!

Prima di passare in capitaneria facciamo un giro al marina di Pola e il Contest è ormeggiato proprio lì! Dell'altra barca nemmeno l'ombra e nessuno conosce il nome o il modello esatto, loro dicono tipo un Oceanis clipper 45, andiamo comunque insieme in capitaneria casomai avessero avuto qualche altra segnalazione. Niente da fare, la barca è scomparsa nel nulla nonostante dovrebbe avere una falla considerevole sulla murata nel punto in cui ha colpito la prua del Contest che ha riportato un danno considerevole al musone, tale da impedire qualsiasi tentativo di ancoraggio successivamente all'incidente.
Proviamo anche a fare un giro insieme al marina Veruda ma anche qui non c'è traccia della barca in questione.

Fortunatamente non ci sono state conseguenze gravi, ne danni alle persone ma è certo che chi era al comando dell'Oceanis clipper fosse ubriaco, pare che mentre vagava per la baia in balia del vento dicesse "Interesting nacht" (notte interessante!!) , dovrebbe essere punito severamente per aver messo a rischio la sicurezza degli altri.
Io sono sveglia da almeno 36 ore e subito dopo cena ce ne andiamo a dormire, il meteo per domani è buono quindi traverseremo il Golfo del Quarnaro.


2 commenti:

Valeria e Marco, ovvero i Filibustieri ha detto...

Mammamia Sonia! il tuo racconto mi ha ricordato la buriana dello scorso ferragosto a Portoferraio!
certo che di gente imbecille, per usare un eufemismo, in giro ce n'è sempre troppa..., e purtroppo spesso resta impunita.

Eudaimonia ha detto...

Ciao ragazzi!Allora come va l'attesa?Ancora mal di mare?!
E si, di gente imbecille è pieno il mondo purtroppo!
E' vero anche che noi abbiamo sbagliato a rimanere lì all'ancora, se solo avessimo letto il portolano ci saremmo spostati da un'altra parte, ma quella per noi era una baia conosciuta e siamo andati tranquilli...comunque da adesso in poi, se possibile, quando siamo in baia ci mettiamo sopravvento alle altre barche!