lunedì 16 marzo 2009

Un modulo fotovoltaico per Boiled Fish


Un bel modulo nello stile economico ma funzionale, policristallino di seconda scelta da 50 watt per garantirci completa autonomia per le utenze di bordo ( pilota automatico, luci di navigazione, carica vhf, cellulari, computer e qualche ora di musica)
Sullo sfondo, dietro il pannello si intravedono le drizze randa e genoa nuove! Anche queste economiche ma funzionali!!!
Prossimamente il musone dell'ancora e la drizza spi, dopodichè manca solo l'estate e possiamo partire!

Non prima di aver collegato il pannello alla batteria!!!

4 commenti:

Roberto ha detto...

Ottima scelta, il pannello fotovoltaico!
Prendi un buon regolatore di tensione e vedrai che non te ne pentirai. Ti consiglio di prenderne uno che ti indica anche quanti Ah sta generando il pannello, in modo da riuscire sempre ad orientarlo in modo ottimale
Ciao

Roberto ha detto...

Scusa, ho sbagliato: il regolatore ti deve fornire gli Ampere generati. non gli Ampere Ora (Ah)

Eudaimonia ha detto...

Si si già presi Batteria ermetica al piombo calcio con tecnologia a ricombinazione di ossigeno 100 Ah e regolatore di carica, non da gli ampere generati ma ha un indicatore di carica.

Mistro ha detto...

Bello il bubino.

Per il pannello solare... io mai piu' senza. Ho uno di quelli flessibili.