martedì 22 giugno 2010

Operazione "Prese a mare"

PRIMA





DOPO







Paperoga è sull'invaso al cantiere Iniziative Nautiche, meglio noto come Chiaraluce, sulle sponde del Tevere da lunedi. Le prese a mare e i passascafi sono stati sostituiti non senza qualche tribolazione per chi ci ha lavorato, erano resinati, giù di flessibile e martellate che mi prendeva a male...
Oggi hanno finito di montare le valvole e poco fa è venuto anche l'ispettore Rina che ha trovato tutto in ordine. Spesa per sostituzione 650 euro, di cui 250 di materiale, tutto in ottone. Il conto per rina è ancora un mistero...speriamo bene!
Giovedi andiamo in acqua che c'è ancora da rifinire le stuccature intorno ai passascafi e dare una pennellata di antivegetativa.
Ah e oggi c'è stato pure il tempo per farci aggiustare il quadro di accensione del motore da un elettricista...
Così anche stasera ci godiamo il tramonto sul Tevere.



4 commenti:

Mauro ha detto...

Piccola parentesi, questa mattina c'erano 13°... ed è secondo giorno d'estate! Puoi capire il mio stato depressivo...
Buone le prese a mare tutte in ottone, che resiste bene alla corrosione galvanica!

cicciopettola ha detto...

il biondo Tevere..... sarà un piacere ammirarlo! ehehehe

Eudaimonia ha detto...

ehhehe ti aspetto ;-)
il tuo amico viene a portarci i pacchi domani mattina.

Anonimo ha detto...

Ottone e acqua di mare....se sono state sostituite come capisco nel 2010, oggi, 2016 saranno probabilmente da buttare.
Bronzo, INOX, o plastica.
Ciao