mercoledì 1 agosto 2012

Corsica e Sardegna 2012 - 14/15 Luglio

Svegli già dalle 3 del mattino, prima per colpa della risacca, poi girato il vento da NW ci siamo ritrovati il gavitello del grippiale dell'ancora del Jonathan che batteva sullo scafo... ore 4 abbiamo salpato l'ancora e ci siamo spostati più avanti. arisveglia alle prime luci dell'alba verso le 5, salpato l'ancora e fatto rotta per Santa Giulia in modo da essere riparati per il Mistral previsto nella notte F4 poi nella notte e giornata di domenica F6-7. Qui ci sono i gavitelli e in parte ci sentiamo più sicuri ma soprattutto abbiamo la possibilità di scendere a terra visto che offrono servizio navetta. 50 miglia da percorrere.

Nelle prime ore della mattina il vento è da W 10/15 nodi, cala a 6 n dietro le isole, andiamo motore e genoa, Giorgio è in pozzetto, io dormo nella cuccetta di prua. Per qualche ora vento quasi zero poi Sud 10n, di poppa piena e troppo poco andiamo ancora a motore.
In prossimità delle Bocche alle 14.30 circa gira da SW 20 nodi come previsto.
Alle 15.50 siamo a Santa Giulia. Chiamo sul 9 e l'addetto all'ormeggio parla solo francese e per di più incomprensibile, impossibile avere indicazioni per entrare, non conosciamo la baia, dalle carte è piena di scogli e una secca pericolosa nel centro, siamo un poco in apprensione ma appena dentro siamo completamente coperti dal vento e dall'onda che in poco tempo è diventata ripida e corta, il canale di ingresso al campo boe è segnalato con boe gialle, lo seguiamo e subito ci viene incontro l'ormeggiatore con il gommone. Ci assegna un gavitello a ridosso della costa nella parte sud della baia. Paghiamo 28 euro al giorno per categoria sopra i 10m, maledetti 11 cm!!!

In serata qualche goccia di pioggia.



15 Luglio
In mattinata ci facciamo portare a terra col gommone, col nostro tender e motore da 2,5 cv è lunga attraversare tutta la baia fino al pontile del diving e il maestrale potrebbe rinforzare e la traversatina diventare bagnata. La vista della baia dalla spiaggia bianca con acqua trasparente e smeraldo vale la sosta in questa rada.



Lo stagno purtroppo è secco, compriamo frutta e formaggio al market, sigarette solo confezionate, niente tabacco...quest'ano abbiamo proprio sbagliato strategia, l'anno scorso ci siamo portati dietro una scorta completa ma scoprimmo che in corsica il tabacco costa un paio di euro meno al pacchetto dunque per quest'anno avevamo pensato di approvvigionarci una volta arrivati in Corsica...a trovarlo!!!
Nel pomeriggio è NW 20n con raffiche a 30 fino a sera poi molla per qualche ora e riprende nella notte.
Per cena prepariamo una focaccia, visto che la temperatura consente di accendere il forno.


2 commenti:

Max Terragni ha detto...

Focaccia e purè... per far rima e per fare ambiente manca il vin brulè :-))
BV ragazzi !

Eudaimonia ha detto...

@Max il vino era rosè!!! ;-)
BV anche a voi!