martedì 2 marzo 2010

George Gray

Molte volte ho studiato
la lapide che mi hanno scolpito:
una barca con vele ammainate, in un porto.
In realtà non è questa la mia destinazione
ma la mia vita.
Perché l'amore mi si offrì e io mi ritrassi dal suo inganno;
il dolore busso' alla mia porta, e io ebbi paura;
l'ambizione mi chiamo', ma io temetti gli imprevisti.
Malgrado tutto avevo fame di un significato nella vita.
E adesso so che bisogna alzare le vele
e prendere i venti del destino,
dovunque spingano la barca.
Dare un senso alla vita puo' condurre a follia
ma una vita senza senso è la tortura
dell'inquietudine e del vano desiderio,
è una barca che anela al mare eppure lo teme.

Antologia di Spoon River
Edgar Lee Masters

5 commenti:

cicciopettola ha detto...

BELLISSIMAAAAAA!!! ci voleva, oggi. grazie cara..

Eudaimonia ha detto...

prego :)

Gufoblu ha detto...

Grazie Sonia, mi hai riportato indietro di molti anni a quando portai l'Antologia di Spoon River all'esame di maturità scientifica... Tutte belle ma questa era tra le mie preferite :o)

Eudaimonia ha detto...

wow hai portato l'Antologia di Spoon River alla maturità?!! ;)

the dreamer ha detto...

Fantastica